Viene considerata dalla tradizione locale la primitiva cattedrale di Civita Castellana. L' edificio altomedievale, che qualche storico ritiene fosse dedicato all' apostolo S. Andrea, sembra rimandare, per alcuni caratteri costruttivi, a modelli dell' edilizia romana databili tra l' VIII e il IX secolo. Tuttavia la chiesa attuale il risultato di una ristrutturazione effettuata nel XII secolo. In un successivo intervento del XVI secolo stato aperto l' ingresso laterale che prospetta Via Ferretti ed stato aggiunto il portale timpanato della facciata. L' interno suddiviso in tre navate ed privo di transetto. E' scandito da arcate a tutto sesto, che poggiano su quattro colonne per ciascun lato e si scaricano sulle pareti mediante semicolonne. 
Sia le colonne di travertino, percorse da scanalature, sia i capitelli di varia fattura, che le sormontano, sono materiali di spoglio d 'epoca romana. Al periodo imperiale risale anche la pietra miliare, che funge da semicolonna: proviene dalla Via Flaminia e reca la dedica della prima tetrarchia. La navata centrale, pi ampia,presenta una copertura a capriate e si conclude in un' abside. Nella parte rialzata un pluteo d' epoca altomedievale con soggetti di caccia stato riutilizzato come fronte d' altare. Le navatelle laterali sono coperte da voltoncine a crociera. Il campanile in laterizi, nel quale sono immurati frammenti romani ed altomedievali, una versione della tipologia diffusa a Roma e nel territorio Laziale. 

 

"Tratto dal libro del 1 decennale del LIONS CLUB CIVITA CASTELLANA FALERII VETERES"

Web Design by Studio B013

 Copyright 1999 Studio B013 Tutti i Diritti Riservati